Progetti on-line/Profili professionali

Un servizio per raccordare scuola e territorio

STUDIARE IN ::..
· Polesine >
· Italia >

LAVORARE IN POLESINE ::..
· Offerta lavoro >
· Stage e borse di studio >
· Concorsi >

SPAZIO EUROPA ::..
· Unione Europea >
· Università europee >
· Eurodesk >
· Viaggiare in Europa >

freccia(grafica) INFO LAVORO - INDIRIZZI UTILI

freccia(grafica) OSSERVATORIO

freccia(grafica) RICERCHE BIBLIOGRAFICHE

freccia(grafica) PATROCINI

freccia(grafica) LINK


Logo Unione Provincie d'Italia


Logo Provincia di Rovigo

freccia(grafica) SERVIZIO MANUTENZIONE

IL FORMATORE AZIENDALE

(fonte: CORRIERE LAVORO)

Formare significa aiutare persone, gruppi e organizzazioni ad apprendere per cambiare: per raggiungere meglio gli obiettivi e i traguardi organizzativi nel rapporto con l'ambiente. Significa anche aiutare a evolvere in termini di conoscenze, di capacità, di atteggiamenti: a volte trasmettendo precisi contenuti, altre semplicemente aiutando a riflettere sull' esperienza.

Il formatore che opera all'interno di una azienda può avere anime diverse e non necessariamente giocarle insieme:
- occuparsi dell'analisi dei bisogni formativi e quindi considerare quali sono le necessità rispetto a una esigenza palese (per esempio l'inserimento di un nuovo sistema informatizzato) oppure non evidente, ma che 'lavora' nella pancia dell'organizzazione (classici gli interventi sul clima)
- progettare interventi formativi definendone obiettivi, destinatari e modalità e valutandone i costi
- svolgere attività di docenza su alcune aree di specializzazione
- scegliere e coordinare eventuali docenti e consulenti esterni
- valutare l'offerta dei corsi di formazione esterna e considerarne i costi
- reperire eventuali fondi pubblici per la formazione.

Il suo scopo organizzativo quindi è mantenere, innovare e sviluppare le competenze delle persone che operano all'interno delle aziende.

Generalmente è inserito nell'ambito della direzione del personale, ma in alcuni casi anche in funzioni di linea, come per esempio nella direzione commerciale, se si occupa esclusivamente di formazione della rete di vendita.

Spesso è in raccordo con colleghi della direzione del personale. Per esempio con il selezionatore, nel caso di progetti dedicati all'inserimento e sviluppo di nuove risorse, oppure con chi si occupa di valutazione e sviluppo per studiare itinerari di carriera o per superare gap formativi individuali o di gruppo. Collabora con le altre funzioni aziendali per valutare la necessità di interventi formativi specifici e identificare possibili soluzioni per esempio con l'amministrazione nel momento dell' introduzione di un nuovo sistema amministrativo.

L'associazione di riferimento è l'AIF, l'associazione italiana Formatori.




Torna indietro
Credits | Contattaci | ©2007