Progetti on-line/Profili professionali

Un servizio per raccordare scuola e territorio

STUDIARE IN ::..
· Polesine >
· Italia >

LAVORARE IN POLESINE ::..
· Offerta lavoro >
· Stage e borse di studio >
· Concorsi >

SPAZIO EUROPA ::..
· Unione Europea >
· Università europee >
· Eurodesk >
· Viaggiare in Europa >

freccia(grafica) INFO LAVORO - INDIRIZZI UTILI

freccia(grafica) OSSERVATORIO

freccia(grafica) RICERCHE BIBLIOGRAFICHE

freccia(grafica) PATROCINI

freccia(grafica) LINK


Logo Unione Provincie d'Italia


Logo Provincia di Rovigo

freccia(grafica) SERVIZIO MANUTENZIONE

L'ART DIRECTOR E IL COPYWRITER

(fonte: Isfol)

L'Art director e il Copywriter lavorano in coppia e sono due figure fondamentali nella creazione di una campagna pubblicitaria.
Insieme si occupano dell'ideazione e dell'elaborazione del messaggio pubblicitario, l'«art» per la parte grafica o visiva, il «copy» per quella dei testi. La realizzazione di una campagna pubblicitaria è un processo complesso che si articola in varie fasi, fra queste, una delle più importanti è quella"creativa" in cui Art director e Copywriter svolgono un ruolo determinante.
Ad essi spetta il compito di comunicare al pubblico - in modo nuovo, interessante e talvolta spiritoso - fatti o proposte per conto del cliente. In genere, in un'agenzia di pubblicità, il reparto account (Responsabile dei rapporti con il cliente) formula e presenta al reparto creativo il brief, ossia un documento che contiene tutte le indicazioni e le informazioni necessarie a sviluppare la campagna pubblicitaria. Nel brief sono definiti gli obiettivi della comunicazione, il target da raggiungere (l'insieme delle persone a cui la comunicazione è destinata), le caratteristiche del prodotto da evidenziare, il "tono" da usare, i media previsti (i mezzi di diffusione del messaggio: stampa, affissioni, radio, televisione, internet).
Nel lavoro dell'Art director e del Copywriter possiamo distinguere diversi momenti:
· lo studio del brief, in cui si approfondiscono i problemi inerenti alla comunicazione da effettuare;
· l'ideazione, in cui si cerca di generare il maggior numero di proposte originali, chiare e corrispondenti ai contenuti del brief;
· la presentazione interna, nella quale si illustrano al gruppo dirigente dell'agenzia e al reparto account le idee creative precedentemente selezionate e messe a punto con il Direttore creativo;
· la presentazione al cliente delle proposte ritenute più interessanti dall'agenzia.
Per la stampa e le affissioni si utilizzano layout (prototipi degli annunci pubblicitari con immagini e testi), per gli spot televisivi si realizzano key-frame o storyboard (immagini chiave o sequenze di immagini simili ai fumetti).
COMPETENZE
Per poter lavorare in questo settore sono necessarie grande flessibilità mentale, capacità e conoscenze molto diversificate: oltre a una buona cultura generale, occorre tanta passione, estro, fantasia, sensibilità, ironia e una giusta dose di ambizione che, in questa professione, non guasta mai. Inoltre occorre essere al passo con i tempi ed essere in grado di capire quello che succede nel mondo, dove va la società, la moda, quali sono le ultime tendenze.
Un'ultima dote, particolarmente richiesta nel campo pubblicitario, è il giusto equilibrio tra creatività e affidabilità, rispettando le scadenze concordate con il cliente.
FORMAZIONE
Per accedere alla professione è richiesto un buon livello culturale ed è prediletta una laurea di tipo umanistico, in scienze delle comunicazioni o in pubbliche relazioni. Negli ultimi tempi sono stati realizzati corsi specifici per questa professione, ma la loro utilità è ridotta se non si possiede un'attitudine innata e il necessario talento artistico.
Gli istituti superiori di comunicazione e le scuole di grafica pubblicitaria possono vantare una maggiore tradizione e offrire migliori prospettive occupazionali.
CARRIERA
La carriera in questa professione è abbastanza rapida se commisurata ad altre. A questo scopo è fondamentale una grande mobilità interaziendale: cambiando più agenzie è possibile rinegoziare con maggiore frequenza le condizioni d'impiego, sia in termini di compensi che di posizione lavorativa che può evolvere in quella di Direttore creativo.
SITUAZIONE DI LAVORO
Il lavoro si svolge prevalentemente in agenzia durante la fase di ideazione e progettazione.
Nella fase di produzione, invece, sia l'Art director che il Copywriter si recano sul set, nei teatri e negli studi fotografici per verificare l'andamento del lavoro e per eventuali accorgimenti che migliorino l'efficacia del messaggio. Gli orari dei pubblicitari sono orari d'ufficio, ma in pratica, il rispetto delle scadenze impone sempre ritmi incalzanti.
Occorre quindi avere disponibilità di tempo e flessibilità nell'adattarsi a lavorare spesso fino a tardi e, in taluni casi, anche nei week-end. Generalmente l'Art director e il Copywriter, dopo un eventuale periodo di stage, sono assunti a tempo indeterminato dall'agenzia di pubblicità e percepiscono uno stipendio fisso che può variare in base all'azienda, all'anzianità e alla bravura da 1,3-1,5 mila euro mensili netti per un junior ai 1,8-2 mila euro per un senior di media bravura.
TENDENZE OCCUPAZIONALI
Il mercato ha da poco raggiunto una fase di equilibrio dopo un lungo periodo di transizione, fortemente condizionato dallo strapotere delle grandi agenzie di pubblicità che sono riuscite ad attrarre a sé i clienti con più disponibilità economiche. Le possibilità occupazionali sono considerevoli, sia attraverso le assunzioni, gli stage o i contratti di formazione e d'inserimento.
FIGURE PROFESSIONALI PROSSIME
La figura professionale prossima è il Direttore creativo.



Torna indietro
Credits | Contattaci | ©2007