Progetti on-line/Profili professionali

Un servizio per raccordare scuola e territorio

STUDIARE IN ::..
· Polesine >
· Italia >

LAVORARE IN POLESINE ::..
· Offerta lavoro >
· Stage e borse di studio >
· Concorsi >

SPAZIO EUROPA ::..
· Unione Europea >
· Università europee >
· Eurodesk >
· Viaggiare in Europa >

freccia(grafica) INFO LAVORO - INDIRIZZI UTILI

freccia(grafica) OSSERVATORIO

freccia(grafica) RICERCHE BIBLIOGRAFICHE

freccia(grafica) PATROCINI

freccia(grafica) LINK


Logo Unione Provincie d'Italia


Logo Provincia di Rovigo

freccia(grafica) SERVIZIO MANUTENZIONE

IL PILOTA

(fonte: Isfol)

Il Pilota è colui che possiede la necessaria preparazione e le relative abilitazioni per condurre un aeromobile; inoltre è responsabile del comfort e della regolarità del volo.
La principale attività svolta dal Pilota è quella di guidare un aereo, definita appunto pilotaggio.
Se il Pilota è responsabile anche del volo, assume, la qualifica di Comandante. Il lavoro tipo di un Pilota può essere così sintetizzato: dopo l'assegnazione del volo, egli ne verifica il piano e le condizioni tecniche e meteorologiche ideali per l'ottimale riuscita del viaggio. Solo successivamente egli si mette alla guida del mezzo aereo.
Il Pilota che svolge la funzione di Comandante, ha inoltre la responsabilità del buon esito del volo sia da un punto di visto tecnico che commerciale. Le principali attività che è chiamato a svolgere sono:
· convocare una riunione con l'equipaggio (briefing) prima dell'imbarco del volo;
· gestire l'imbarco e lo sbarco dei passeggeri e delle merci o dei bagagli, secondo le norme che regolamentano il settore, al fine di garantire la massima sicurezza.
COMPETENZE
L'idoneità fisica è un requisito assolutamente necessario per svolgere e mantenere nel tempo la professione di Pilota. Infatti, l'esame psicofisico di idoneità al volo si svolge con cadenza annuale fino al compimento dei 40 anni e, successivamente, ha invece cadenza semestrale.
E' obbligatoria l'ottima padronanza della lingua inglese, in quanto tutte le comunicazioni a bordo dell'aereo avvengono, oltre che in madre lingua, anche in inglese, sia nei voli internazionali, che per agevolare i passeggeri stranieri nei viaggi a tratta nazionale. Sempre in lingua inglese sono tenuti, inoltre, tutti i corsi di formazione e di addestramento rivolti ai Piloti nelle principali compagnie aeree civili.
FORMAZIONE
Il percorso formativo per diventare Pilota civile è molto lungo ed oneroso. Il primo passaggio consiste nel conseguimento del diploma di scuola superiore e di un brevetto di base, che attribuisce un'abilitazione generica al volo. Il percorso professionale deve essere poi completato, acquisendo le abilitazioni per la guida di un apparecchio specifico e accumulando le ore di volo necessarie presso piccoli aeroporti o compagnie aree minori. Nel momento in cui una compagnia aerea è interessata alla possibile assunzione di un Pilota, questi deve svolgere dei corsi di formazione organizzati dall'azienda, al fine di conseguire la necessaria abilitazione per la guida dei suoi apparecchi. Se al termine del corso si risulta idonei, viene valutata la possibilità di un'assunzione.
Una volta assunto, la formazione e l'aggiornamento on the job del Pilota è continuo, in modo da tenersi sempre al corrente delle novità tecniche nella gestione del velivolo cui è abilitato, oppure per conseguire l'abilitazione al pilotaggio di altri velivoli.
CARRIERA
L'avanzamento di carriera del Pilota consiste nel diventare Comandante.
Per accedere al corso per Comandante, occorre il requisito dell'anzianità di servizio con un notevole numero di ore di volo alle spalle. Si ottiene la qualifica professionale di Comandante se, al termine del corso, si è dimostrato di aver acquisito soddisfacenti capacità gestionali.
SITUAZIONE DI LAVORO
Il Pilota è un lavoratore dipendente inquadrato al livello dirigenziale del Contratto collettivo nazionale dei Piloti. L'attività dei Piloti è organizzata su turni di lavoro che coprono le 24 ore. Egli può effettuare al massimo 6 giorni di servizio consecutivi, con un orario che va dalle 13 alle 17 ore giornaliere. Due servizi devono essere interrotti da almeno 8 ore di riposo. In ogni volo sono presenti almeno due piloti, di cui uno è anche Comandante del volo. Il Comandante assume la funzione di pubblico ufficiale.
Il Pilota deve essere sempre in contatto con i Controllori di volo e con il proprio equipaggio, con il quale deve essere in piena sintonia e, in fase di decollo e di atterraggio, deve interagire con il personale di terra per verificare il corretto svolgimento delle attività aeroportuali.
TENDENZE OCCUPAZIONALI
La carenza di Piloti, determinata dalla politica portata avanti negli ultimi anni dalla maggiore compagnia di bandiera con il blocco delle assunzioni, e contemporaneamente la nascita in Italia di nuove compagnie aeree private, offriranno, nell'immediato futuro, buone prospettive occupazionali per questa figura. Nel medio-lungo periodo questa tendenza sarà condizionata dall'andamento del mercato che, comunque, sembra mantenere un trend di crescita positivo.
FIGURE PROFESSIONALI PROSSIME
Le figure professionali che maggiormente si avvicinano al Pilota sono il Tecnico aeronautico e l'Assistente di volo.



Torna indietro
Credits | Contattaci | ©2007