Archivio news

Un servizio per raccordare scuola e territorio

STUDIARE IN ::..
· Polesine >
· Italia >

LAVORARE IN POLESINE ::..
· Offerta lavoro >
· Stage e borse di studio >
· Concorsi >

SPAZIO EUROPA ::..
· Unione Europea >
· Università europee >
· Eurodesk >
· Viaggiare in Europa >

freccia(grafica) INFO LAVORO - INDIRIZZI UTILI

freccia(grafica) OSSERVATORIO

freccia(grafica) RICERCHE BIBLIOGRAFICHE

freccia(grafica) PATROCINI

freccia(grafica) LINK


Logo Unione Provincie d'Italia


Logo Provincia di Rovigo

freccia(grafica) SERVIZIO MANUTENZIONE

11/07/2008 - CURIOSITA' - MANCINORIUM

Nuove prospettive per i mancini: importante l'iniziativa promossa a favore dell'11% della popolazione mondiale, per una cultura sempre più attentaenta al concetto di "centralità della persona"



In un contesto storico-sociale in cui le Istituzioni, la scuola e le associazioni ripongono sempre più attenzione verso una corretta educazione, finalizzata alla crescita armoniosa di bambini e ragazzi, nasce finalmente un Punto informativo sul mancinismo.
Storicamente considerato come diverso o malato (si pensi addirittura che nella tradizione ebraico-cristiana i mancini vengono considerati esseri demoniaci o che negli anni 20 il mancinismo era considerato sintomo di demenza; la stessa etimologia della parola risale al latino "mancus", ovvero mutilato, storpio), il mancino oggi ha perso quell'aura "sinistra" che lo circondava, la parola non ha più un'accezione negativa e il mancinismo non viene più considerato un handicap.
NON più UNA MALATTIA, ma semplicemente un carattere biologico, la preferenza di usare una mano piuttosto che l'altra, UNA PREDISPOSIZIONE NATURALE che va RISPETTATA, AIUTATA e SVILUPPATA.
I bambini non vengono più forzati a "cambiare" mano, ma vengono incoraggiati a scegliere quella che preferiscono, a sperimentare con entrambe le mani, in modo tale che possano diventare più indipendenti ed esperti.

A questo proposito nasce un Punto d'Ascolto pensato per fornire gli strumenti teorici e pratici volti a sostenere e ad aiutare le difficoltà dei mancini, al fine di apportare un miglioramento decisivo delle loro condizioni di vita, soprattutto in età infantile e adolescenziale, perché la soppressione dell'uso della parte sinistra del corpo può avere ripercussioni su molte funzioni ed abilità, particolarmente in un bambino nel primo periodo di sviluppo. Messaggi in conflitto nel cervello possono causare infatti disturbi al controllo delle attività motorie come la balbuzie, ed una mancanza di fiducia.
Ma non solo! Esperti della problematica si mettono a disposizione di scuole, famiglie, strutture mediche e Istituzioni per consigliare ed istruire sui comportamenti corretti da adottare, sui vari accorgimenti da prendere; come studiare la posizione migliore a tavola o in classe, migliorare la posizione di scrittura etc.

Punto d'Ascolto che è anche punto vendita di una vasta gamma di prodotti dedicati solamente ai mancini! In cui si possono trovare articoli per la scuola, come penne e matite che hanno una forma particolare che agevola la scrittura; articoli di cancelleria (righelli graduati al contrario, forbici e temperini con le lame al contrario, etc.); articoli da cucina (coltelli, apriscatole, pelapatate, etc.), articoli per bambini (posate e tazze ergonomiche per dare la possibilità al bambino di decidere liberamente quale mano preferisce utilizzare); libri e tanti altri prodotti.
Tutti gli oggetti che ci circondano e che servono nella vita quotidiana sono infatti orientati in funzione della mano destra, rendendo più difficile la vita a milioni di persone costrette a cambiare mano.
Manopole e pulsanti, la filettatura di una vite, la seghettatura di una lama, l'impugnatura modellata di un oggetto, la stampa sul dorso di un libro, i rubinetti, le maniglie di porte e finestre, la tastiera degli apparecchi telefonici, gli apriscatole etc.
Per cui i mancini che utilizzano giocattoli ed attrezzi cercano di girare le cose in senso antiorario, la filettatura di una vite al contrario o arrotolare un giocattolo srotolandolo; spesso tengono gli oggetti rilegati e stampati, come i giornali, nella mano destra ed usano la sinistra per sfogliare le pagine, leggendo perciò dalla fine verso l'inizio.

Non si era mai voluto, prima d'ora, investire per una percentuale così piccola della popolazione.
L'iniziativa riveste pertanto una duplice valenza. Dal lato pratico è pensata per aiutare il bambino a capire la sua situazione, adottando misure tali da agevolare tale predisposizione; per facilitare lo sviluppo equilibrato dei ragazzi e favorire l'espandersi delle loro doti e abilità personali.
Dal lato teorico ci sembra di fondamentale importanza per la carica "rivoluzionaria" che racchiude, nel senso di un cambiamento di prospettiva rispetto al concetto di "diversa abilità", che possa portare ad un miglioramento della qualità della vita, nello specifico di milioni di persone mancine, ma in generale delle generazioni future.
Che possa abbattere la categoria mentale della "diversità" intesa come deficit e promuovere una nuova cultura in cui non si ragioni più giudicando cos'è normale o anormale, ma si consideri la caratteristica dei mancini come una risorsa, lo stimolo per costruire un progetto del vivere comune che esalti la "diversità" come punto di forza.
Per evolvere dal concetto di limite al concetto di peculiarità, dal concetto di handicap a quello di prospettiva, dal senso di incapacità alla consapevolezza di una diversa abilità; incoraggiando l'opinione pubblica a smettere di pensare per categorie e ad iniziare a rendersi conto che una società più attenta è il presupposto di base al miglioramento delle condizioni di vita di tutti e allo sviluppo di una comunità effettivamente civile.

Ricordiamo che il nuovo Punto d'Ascolto e Punto vendita è a disposizione di tutti i mancini, in Viale Storchi 62, a Modena (MO), e il sito internet all'indirizzo www.mancinorium.com.
 




Torna indietro
Credits | Contattaci | ©2007