Archivio news

Un servizio per raccordare scuola e territorio

STUDIARE IN ::..
· Polesine >
· Italia >

LAVORARE IN POLESINE ::..
· Offerta lavoro >
· Stage e borse di studio >
· Concorsi >

SPAZIO EUROPA ::..
· Unione Europea >
· Università europee >
· Eurodesk >
· Viaggiare in Europa >

freccia(grafica) INFO LAVORO - INDIRIZZI UTILI

freccia(grafica) OSSERVATORIO

freccia(grafica) RICERCHE BIBLIOGRAFICHE

freccia(grafica) PATROCINI

freccia(grafica) LINK


Logo Unione Provincie d'Italia


Logo Provincia di Rovigo

freccia(grafica) SERVIZIO MANUTENZIONE

27/01/2011 - OTTAVA EDIZIONE DI VADO SICURO

UN PROGETTO CHE VEDE LA PROVINCIA DI ROVIGO LAVORARE IN PRIMA LINEA PER OFFRIRE NUOVI MODELLI SUL FRONTE DELLA SICUREZZA STRADALE. CONFERMATO ANCHE PER QUESTA EDIZIONE IL RECORD DI ADESIONI: 50 SCUOLE HANNO DECISO DI PARTECIPARE
Vado Sicuro è partito nel 2002 e cresciuto ad ogni edizione nel suo ruolo di sollecitazione e stimolo nei confronti dei bambini e dei ragazzi delle scuole del territorio sul tema della sicurezza. Il valore didattico del progetto ha consentito alle classi di affrontare in modo nuovo, attraverso la modalità del “concorso”, un tema importante ma delicato.



Lo scorso anno hanno partecipato al Concorso migliaia di ragazzi: e con lavori straordinari, testimonianze della volontà di dare una risposta ai troppi incidenti che purtroppo accadono sulle nostre strade.

Quel numero sembrava davvero enorme e per questo irripetibile; invece, come sempre, ad ogni edizione i numeri crescono e per l’ottava, quella del 2011 si conferma, e siamo solo a gennaio, il numero record: 50 scuole – con oltre 2900 studenti - hanno infatti già inviato la loro adesione testimoniando il valore di questa iniziativa e la volontà forte di insegnanti e ragazzi di dare il proprio contributo ad una nuova cultura della sicurezza.

I punti di forza di questa esperienza sono sicuramente l’entusiasmo dei docenti, indispensabile per partecipare ad un progetto che esula dai programmi curriculari e che richiede un impegno importante, e il consenso unanime di tutti i soggetti operanti nel territorio.
E’ grazie a questa unione di forze e di intenti che è stato possibile far crescere Vado Sicuro e farlo diventare un evento di enorme valenza educativa, per tutto il territorio e per tutta la comunità.


Ecco le novità dell’edizione 2011

Si parte dai risultati ottenuti nelle passate edizioni, per fare ulteriori passi avanti, per arricchire il progetto e farlo crescere. Innanzitutto ricordiamo che l’iniziativa ha suscitato l’interesse delle Istituzioni politiche, tanto da meritarsi la Targa di Riconoscimento della Presidenza della Repubblica e della Camera dei Deputati.
Un motivo forte per qualificare ancora di più il percorso del 2011, inserendo nuovi spunti e indicazioni.

Novità di questa edizione è il tema dell’educazione civica
; si allarga quindi la visuale per inserire la sicurezza stradale all’interno di un discorso più ampio che riguarda il modo con cui ogni cittadino si rapporta agli altri nel vivere civile. Si parla quindi di regole come strumenti attraverso i quali si costruisce una società sana, dove domina il rispetto per gli altri, l’attenzione verso le esigenze delle persone, la capacità di far valere i propri diritti.

Fare educazione civica significa trasmettere ai ragazzi il senso di responsabilità civile, che determina comportamenti corretti in ogni ambito: si parte dai gesti semplici di ogni giorno, come ad esempio non parcheggiare la bicicletta sul marciapiede, per arrivare alle scelte determinanti, come non bere prima di mettersi alla guida o rifiutare comportamenti negativi verso se stessi e verso gli altri, avendo la capacità di far valere le proprie idee e convinzioni.

Spiega l’Assessore alla Pubblica Istruzione della Provincia di Rovigo Leonardo Raito: “Andare avanti è un investimento sul futuro, vuol dire ottimizzare i risultati fin qui ottenuti, contribuire a creare una cultura forte e radicata sulla sicurezza in strada, sulla legalità, sulla convivenza civile. Infatti quest’anno abbiamo deciso di inserire nel progetto alcuni temi chiave, per offrire agli insegnanti l’opportunità di fare con le classi un percorso più ampio che parta dal valore delle regole per trasmettere ai ragazzi concetti fondamentali come il rispetto per i diritti, il senso civico, la responsabilità sociale”.


Il programma di Vado Sicuro 2011
Il progetto prevede:

Gli incontri
Per il mese di aprile 2 incontri pensati per i ragazzi, con interventi di esperti e testimonianze “forti”. Forze dell’ordine, esperti di sicurezza, medici, volontari e testimonial del mondo dello sport e della cultura parleranno ai giovani di regole, trattando il tema nelle sue diverse e complesse sfaccettature. Un momento educativo di supporto alle attività che i docenti svolgono sul fronte dell’educazione civica.

Il concorso
Vado Sicuro” vuole essere concepito anche come laboratorio creativo, come strumento per valorizzare la capacità, individuale e di gruppo, di inventare e realizzare originalmente un proprio elaborato sul tema proposto, cioè il valore delle regole, dalla strada ai diversi ambiti del vivere civile.

La festa finale di premiazione
Un appuntamento speciale, per gratificare e valorizzare al meglio tutte le scuole, gli insegnanti, gli studenti, grandi e piccoli. L’Assessore Provinciale Leonardo Raito, insieme ai tantissimi soggetti che hanno scelto di sostenere Vado Sicuro applaudiranno i centinaia di studenti che si sono impegnati in questo percorso, insieme ai loro insegnanti.
Ricordiamo che lo scorso anno la Federazione Italiana Rugby, la FEMI-CZ Rugby Rovigo, la Rovigo Calcio hanno sostenuto il progetto divenendone i testimonial d’eccezione.

Tutte le informazioni sul progetto su
www.vadosicuro.it




Torna indietro
Credits | Contattaci | ©2007