Archivio news

Un servizio per raccordare scuola e territorio

STUDIARE IN ::..
· Polesine >
· Italia >

LAVORARE IN POLESINE ::..
· Offerta lavoro >
· Stage e borse di studio >
· Concorsi >

SPAZIO EUROPA ::..
· Unione Europea >
· Università europee >
· Eurodesk >
· Viaggiare in Europa >

freccia(grafica) INFO LAVORO - INDIRIZZI UTILI

freccia(grafica) OSSERVATORIO

freccia(grafica) RICERCHE BIBLIOGRAFICHE

freccia(grafica) PATROCINI

freccia(grafica) LINK


Logo Unione Provincie d'Italia


Logo Provincia di Rovigo

freccia(grafica) SERVIZIO MANUTENZIONE

23/10/2009 - SI E' SVOLTO OGGI 19 MARZO IL SECONDO INCONTRO USIAMO LA TESTA!

23/10/2009 - si e\' svolto oggi 19 marzo il secondo incontro usiamo la testa! NELLA SALA PIENISSIMA DI RAGAZZI È REGNATO UN SILENZIO CARICO DI EMOZIONE DURANTE L’INTERVENTO DI MAXIMILIAN SONTACHI, RAGAZZO DISABILE A CAUSA DI UN INCIDENTE STRADALE, CHE HA PORTATO LA SUA TOCCANTE TESTIMONIANZA

Anche per le scuole del Basso Polesine, un incontro per parlare ai ragazzi di sicurezza e di regole. Ad ospitare l’evento questa volta è l’Autodromo di Adria, scelto per lanciare un messaggio importante: la velocità, la competizione alla guida di auto e moto devono essere riservate ai luoghi destinati a questo scopo. “Correre” è uno sport e come tale va svolto nei circuiti e negli autodromi, non sulle strade. 



 



Nell’ambito dell’edizione 2009 di “Vado Sicuro” la Provincia di Rovigo, quest’anno con il sostegno di Adriatic LNG, ha offerto alle scuole l’opportunità di approfondire questo delicato tema attraverso un incontro durante il quale esperti di sicurezza e rappresentanti istituzionali hanno parlato agli studenti e soprattutto hanno risposto alle loro domande, un momento educativo di supporto alle attività che i docenti svolgono sul fronte dell’educazione al valore delle regole.

L’obiettivo è quello di offrire ai ragazzi una esperienza educativa utile per la loro crescita personale, come cittadini responsabili e consapevoli dell’importanza di determinati comportamenti, sulla strada e non solo.

SPORT E REGOLE: UNA LEZIONE DI VITA PER TUTTI
Corse, velocità, competizione: i ragazzi seguono con passione i loro miti, fanno il tifo per loro, li sostengono ad ogni gara. La pratica sportiva è disciplinata da regole ferree che tutti sono tenuti a rispettare con rigore. Da qui occorre partire per proporre lo sport come lezione di vita: gli sportivi seguono delle regole, che garantiscono la correttezza della gara e il rispetto reciproco tra i partecipanti. Nella vita di tutti i giorni le regole sono diverse, ma rispondono allo stesso principio. Proprio il mondo dello sport, in particolare quello legato al mito della velocità, può quindi dare una lezione importante, offrire un messaggio che i ragazzi possono recepire con facilità, perché arriva da un mondo che loro amano e seguono.

MATTEO MUNARI, FIGLIO DELL’EX PILOTA DI RALLY SANDRO MUNARI E RESPONSABILE DELLA SCUOLA DI PILOTAGGIO ABARTH HA PARLATO AI RAGAZZI DI GUIDA SICURA
C’era il punto di vista delle Istituzioni, dei piloti, dei rappresentanti del mondo della scuola, dei medici: tutti a parlare ai ragazzi di guida sicura, di regole, di scelte, ma non in modo noioso e accademico. Quello che si è voluto fare è chiacchierare con i giovani studenti di un argomento che li riguarda, di cui sono protagonisti e rispetto al quale hanno molto da dire e da apprendere. Per questo c’era anche Matteo Munari, figlio dell’ex pilota di rally Sandro Munari ed esperto di guida sicura che ha tenuto una interessante lezione sulla guida sicura dell’auto: perché dal mondo dello sport arriva un messaggio forte contro l’alta velocità e contro tutti i comportamenti che mettono a rischio la vita.

MAXIMILIAN SONTACHI UN RAGAZZO DIVENTATO DISABILE IN SEGUITO AD UN INCIDENTE STRADALE, HA PORTATO LA SUA TESTIMONIANZA, TOCCANTE E CAPACE DI TRASMETTERE EMOZIONI E SPUNTI DI RIFLESSIONE IMPORTANTI
Max è stato ascoltato dai ragazzi e dalle autorità presenti in religioso silenzio. Perché la sua storia è drammaticamente vera ed è la storia di un giovane, disabile a causa di un incidente stradale. Raccontando la sua esperienza Max ha voluto trasmettere il senso della vita, dire che è stupido metterla a rischio sulla strada, che le regole non vogliono limitare la nostra libertà, ma anzi renderla possibile.
Maximilian è uno dei protagonisti di un filmato realizzato e messo a disposizione della Provincia di Rovigo dal Montecatone Rehabilitation Institute di Imola, uno dei centri di riabilitazione più importanti a livello nazionale, struttura specializzata nella riabilitazione di pazienti con esiti di gravi lesioni spinali e cerebrali.

“Questi incontri – ha detto l’Assessore Provinciale alla Cultura e all’Educazione Stradale Laura Negri – sono stati molto apprezzati dagli insegnanti e questo ci conferma l’importanza di offrire ai ragazzi momenti di confronto originali, nei quali loro sono i diretti protagonisti. Credo che il lavoro che abbiamo fatto e continuiamo a fare con “Vado Sicuro” sia davvero proficuo per la diffusione di una forte cultura della sicurezza”. 

23/10/2009 - si e\' svolto oggi 19 marzo il secondo incontro usiamo la testa!


























23/10/2009 - si e\' svolto oggi 19 marzo il secondo incontro usiamo la testa!


























23/10/2009 - si e\' svolto oggi 19 marzo il secondo incontro usiamo la testa!


























23/10/2009 - si e\' svolto oggi 19 marzo il secondo incontro usiamo la testa!




Torna indietro
Credits | Contattaci | ©2007