Da leggere e non solo

Un servizio per raccordare scuola e territorio

STUDIARE IN ::..
· Polesine >
· Italia >

LAVORARE IN POLESINE ::..
· Offerta lavoro >
· Stage e borse di studio >
· Concorsi >

SPAZIO EUROPA ::..
· Unione Europea >
· Università europee >
· Eurodesk >
· Viaggiare in Europa >

freccia(grafica) INFO LAVORO - INDIRIZZI UTILI

freccia(grafica) OSSERVATORIO

freccia(grafica) RICERCHE BIBLIOGRAFICHE

freccia(grafica) PATROCINI

freccia(grafica) LINK


Logo Unione Provincie d'Italia


Logo Provincia di Rovigo

freccia(grafica) SERVIZIO MANUTENZIONE

In questa sezione vengono pubblicati i testi scolastici e non, e le relative schede informative, consigliati dalle maggiori case editrici italiane.


LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA

Interessanti le informazioni presentate dall’Istat sulla base dall’indagine "I cittadini e il tempo libero" svolta a maggio 2006 su un campione di 24 mila famiglie per un totale di circa 54 mila individui.
I dati raccolti riguardano la lettura di libri e il ricorso alla biblioteca.
La statistica contiene importanti informazioni riguardanti la tipologia di lettori, le modalità di lettura, il genere di libri letti, l’evoluzione della lettura di libri dal 2000 al 2006, il rapporto dei cittadini con la biblioteca.
(fonte Istat)

Visualizza
la statistica completa



LA COMMISSIONE INVITA GLI STATI MEMBRI A CONTRIBUIRE ALLA BIBLIOTECA DIGITALE EUROPEA

La Commissione europea ha sollecitato oggi gli Stati membri dell'Unione Europea ad istituire strutture di digitalizzazione su vasta scala per accelerare la messa in linea del patrimonio culturale europeo attraverso la biblioteca europea digitale. In una raccomandazione sulla digitalizzazione e la conservazione digitale, la Commissione invita gli Stati membri ad agire in vari settori, dalle tematiche connesse ai diritti d'autore alla conservazione sistematica dei contenuti digitali per garantire l'accesso a lungo termine a tale materiale.

Al momento è digitalizzata solo una piccola percentuale delle raccolte culturali presenti negli Stati membri. Per conseguire la massa critica necessaria occorre uno sforzo comune per accelerare la digitalizzazione e l'accessibilità on line di questo materiale. Con la raccomandazione appena adottata la Commissione invita gli Stati membri ad adottare provvedimenti concreti in tal senso. Entro il 2008 attraverso la biblioteca europea digitale sarà possibile accedere a due milioni di opere tra libri, film, fotografie, manoscritti e altre opere. Tale cifra salirà ad almeno sei milioni entro il 2010, ma è destinata ad essere molto più elevata in quanto, per tale data, praticamente ogni biblioteca, archivio e museo in Europa potrà collegare i propri contenuti digitali alla biblioteca digitale europea. Tutti i cittadini avranno accesso al ricco e diversificato patrimonio culturale europeo disponibile in linea a fini di studio, lavoro o svago, mentre innovatori, artisti e imprenditori potranno utilizzarlo come materia prima per nuove attività creative.

Per informazioni
http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=IP/06/1124&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=en 


(fonte: EURODESK)


Credits | Contattaci | ©2007